È sabato 25 giugno 2011 quando, per la prima volta, si prova sul pubblico il format Esoscheletri. 
Il format è stato ideato da Sasà Neri  durante un laboratorio di recitazione. E gli è letteralmente esploso nelle mani.
Così, il cartellone viene modificato. L’iniziale progetto del laboratorio viene accantonato. 
Molto impegno si dedica a verificare se il format abbia un senso.
Prima di chiamare a raccolta gli spettatori-cavie, si fanno tantissime prove. 
Convincendo amici e colleghi a far da pubblico.
Non c'è scelta.
Esoscheletri elimina la distanza tra palco e platea.
Fa svolgere l’azione scenica in ogni luogo.
Azzera le scenografie.
Inventa costumi-maschere.
E i veri protagonisti sono proprio gli spettatori. 
Le prove vanno oltre le aspettative. 
Parte un tam-tam. 
Si crea attesa e tensione.
Il 25 giugno centocinquanta persone applaudono Esoscheletri. 
Ed è l’inizio della nuova vita di Luna Obliqua. 
È l’inizio di EsosTheatre.

Articoli recenti

Il blog degli Esoscheletri > cartellone > Drammaturgia “multipla” per “Hamlet”